Weinstein: nuova incriminazione a LA
L'ex produttore rischia 29 anni in un nuovo processo
di ANSA | 11 aprile 20, 19:38
(ANSA) - NEW YORK, 11 APR - Harvey Weinstein ha battuto il coronavirus, ma per l'ex boss di Miramax, condannato a New York per molestie e stupro, sono in arrivo nuovi guai giudiziari. Una terza donna ha infatti convinto la magistratura di Los Angeles di aver subito violenze e la procura ha spiccato una nuova incriminazione, che si aggiunge alle due già agli atti e che porteranno l'ex produttore ad essere processato anche sulla West Coast. L'incidente a cui fa riferimento la nuova incriminazione si sarebbe svolto in un hotel di Beverly Hills, nel maggio 2010. Secondo fonti di polizia citate da Tmz, la vittima sarebbe stata interrogata nell'ottobre 2019 ma lo scorso marzo ha fornito agli investigatori nuovi elementi a conferma che la violenza sarebbe avvenuta entro i termini previsti dalla legge per il rinvio a giudizio. Se condannato a Los Angeles, Weinstein rischia fino a 29 anni di prigione che si aggiungerebbero ai 23 già deliberati a New York. Due settimane fa Weinstein è risultato positivo al coronavirus.
 
Scelti per te
Dagli host Airbnb 12.000 notti gratis a medici e infermieri
INTRATTENIMENTO
Kim su muro a Roma,è opera street artist
INTRATTENIMENTO
Usa: al via One World Together
INTRATTENIMENTO
Show Rolling Stones per operatori sanità
INTRATTENIMENTO
Coronavirus: vescovo Pinerolo in ospedale, Papa lo chiama
INTRATTENIMENTO
Coronavirus: è morto Luis Sepulveda
INTRATTENIMENTO
Peter Gabriel raccoglie fondi per Italia
INTRATTENIMENTO
25 aprile, piazza virtuale per 75esimo Liberazione
INTRATTENIMENTO
Cremonini raccoglie 45mila euro da asta
INTRATTENIMENTO
 
©Wind Tre S.p.A. - Partita IVA: 13378520152

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di terze parti per abilitare alcune funzionalità di mini self care, se utente WINDTRE, analizzare il traffico e proporre contenuti più rilevanti per te. Per ulteriori informazioni accedi all’informativa privacy. Chiudendo questo banner o cliccando su "Accetta" acconsenti all’uso dei cookie.