L’abbraccio è taglia unica: nuovo appuntamento con la rubrica della Dott.ssa Stavolo
Il mondo ci ha fermati per riflettere? Forse sì, ma ciò che è importante è che i social hanno avvicinato le persone, non c’è dubbio, ora ovunque ci si trovi non si è mai soli. Ecco, forse un po’ troppo. Tanti cuori, tanti “amore” detti e scritti ma… ci hanno talmente avvicinato da illuderci che un cuore ❤️ possa essere uguale ad un abbraccio vero.
di Pourfemme | 20 febbraio 21, 05:30

L’abbraccio è taglia unica e va “indossato”, come una t-shirt; va sentito in tutte le sue sensazioni e porta con sé calore, al tatto è come il cotone delle lenzuola pulite quando entri nel letto, le spalle forse si alzano un po’ e si avvicinano al viso, gli occhi che morbidamente si socchiudono e accennano un sorriso.

Il nuovo articolo della Dott.ssa Stavolo per la rubrica Amati

Un abbraccio è prezioso e se arriva possiamo accoglierlo, ma va anche consegnato, senza aspettarsi nulla in cambio, soltanto standoci dentro in due, accoccolati e disarmati, meravigliosamente in ascolto di ciò che c’è: amore. E il Covid, privandoci degli abbracci, ce lo sta insegnando.

In questo periodo caratterizzato dalla pandemia di Coronavirus, infatti, è diventato impossibile abbracciarsi. La Dott.ssa Martina Stavolo, Psicologa Clinica ed Emotional Intelligence Coach, ci spiega come ricreare le sensazioni di un abbraccio attraverso il nostro corpo, utilizzando i sensi. Cliccate sul link sotto per scoprirne di più.

L’ABBRACCIO È TAGLIA UNICA: I CONSIGLI DELL’ESPERTA

 
 
Scelti per te