Pakistan: ministro, ogni anno 5.000 stupri
'E solo il 5% dei violentatori viene condannato'
di ANSA | 16 settembre 20, 14:40
(ANSA) - ISLAMABAD, 16 SET - Ogni anno in Pakistan circa 5.000 donne subiscono violenza sessuale e soltanto il 5% degli aggressori viene condannato. E' la denuncia del ministro pachistano per la Scienza e la Tecnica Fawad Chaudhry intervenuto in Parlamento sulla piaga degli stupri. Secondo l'esponente del governo, inoltre, ci sono migliaia di casi che non vengono denunciati per "paura o vergogna". "Se almeno l'85% dei violentatori venisse condannato, gli stupri diminuirebbero", ha sostenuto Chaudry. In Pakistan lo stupro viene punito con la pena di morte.Dopo la violenza sessuale di gruppo in autostrada che la scorsa settimana ha scosso l'opinione pubblica pachistana, il premier Imran Khan aveva proposto che gli stupratori fossero impiccati pubblicamente o castrati chimicamente o chirurgicamente. Su questo il ministro ha detto di non essere d'accordo. "L'esecuzione pubblica non è una soluzione. Solo la giustizia e un procedimento veloce potrebbe diminuire il numero delle violenze". (ANSA).
 
Scelti per te
Covid: Campania, 195 positivi su 6.027 tamponi
NEWS
Coronavirus: in Calabria aumento contenuto, +9 positivi
NEWS
++ Covid: vaccino russo, già ordinate 200 milioni di dosi ++
NEWS
Maltempo: in Toscana allerta arancione
NEWS
Coronavirus: 99 nuovi casi in E-R su 11mila tamponi
NEWS
Pedofilia, per maestro divieto di avvicinamento a scuole
NEWS
Trump contestato al suo arrivo alla Corte Suprema
NEWS
Calcio: Regione, 1.000 posti per Roma-Juve e Lazio-Inter
NEWS
Coronavirus: aumentano casi, obbligo mascherina a Foggia
NEWS
©Wind Tre S.p.A. - Partita IVA: 13378520152

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di terze parti per abilitare alcune funzionalità di mini self care, se utente WINDTRE, analizzare il traffico e proporre contenuti più rilevanti per te. Per ulteriori informazioni accedi all’informativa privacy. Chiudendo questo banner o cliccando su "Accetta" acconsenti all’uso dei cookie.