Wall Street chiude in rialzo.  Nuovo record per l'indice S&P
Gli investitori sembrano dunque scommettere che la Federal Reserve manterrà la sua politica monetaria accomodante nonostante il surriscaldamento dell'inflazione, che il mese scorso ha registrato un balzo del 5% annuo, il più ampio da agosto 2008, ed è cresciuta dello 0,6% rispetto ad aprile
di AGI.it | 10 giugno 21, 20:58

AGI - Chiusura positiva per Wall Street nella giornata di giovedì 12 giugno che ha accolto bene i dati sui sussidi di disoccupazione e non si è lasciata influenzare dai prezzi al consumo saliti a maggio più del previsto. Nuovo record per l'indice S&P a 4.239,31 punti (+0,5%),superando i massimi raggiunti il 7 maggio. Il Dow Jones ha guadagnato lo 0,05% a 34.466,89 punti e il Nasdaq lo 0,78% a a 14.020,33 punti.

Gli investitori sembrano dunque scommettere che la Federal Reserve manterrà la sua politica monetaria accomodante nonostante il surriscaldamento dell'inflazione, che il mese scorso ha registrato un balzo del 5% annuo, il più ampio da agosto 2008, ed è cresciuta dello 0,6% rispetto ad aprile.

La Federal Reserve ha continuato a ripetere che gli aumenti dei prezzi sono provvisori, non lasciando così presagire un cambio di passo nel prossimo incontro del Federal Open Market Committee (Fomc), previsto il 15-16 giugno. D'altronde, per gran parte l'impennata dei prezzi è derivata da articoli come materie prime e tariffe aeree, ed è quindi probabile che sia temporanea.

Intanto, le domande di sussidio di disoccupazione sono scese di 9.000 unità a 376.000, il miglior dato dall'inizio della pandemia, ad indicare lo slancio dell'economia. Sul fronte azionario, da segnalare il titolo GameStop, che ha perso il 27% dopo aver annunciato di voler vendere fino a 5 milioni di azioni. La società ha nominato Matt Furlong, ex manager di Amazon, amministratore delegato. Tra i titoli migliori, Walgreens Boots (+3,52%)e Merck&Co (+2,86%). Tra i peggiori Caterpillar (-3,78%), Goldman Sachs (-2,43%) e Jp Morgan (-1,56%).

 
 
 
Scelti per te