Half-Pint Heroes – La nostra recensione

Oggi vi parliamo di Half-Pint Heroes, gioco da 2-7 giocatori, per circa 30’ a partita, ideato da Johannes e Roland Gosler e Soren Schaffstein, edito dalla tedesca Corax Games.

L'articolo Half-Pint Heroes – La nostra recensione proviene da MENIAC!.

di Federico Trippini | 06 agosto 20, 11:46

Che dire, Half-Pint Heroes è stata una vera scoperta …

Mezza pinta per me grazie

Oggi vi parliamo di Half-Pint Heroes, gioco da 2-7 giocatori, per circa 30’ a partita, ideato da Johannes e Roland Gosler e Soren Schaffstein, edito dalla tedesca Corax Games.

Le illustrazioni, molto simpatiche direi, sono invece di Maura Kalusky. L’ edizione internazionale è a cura di Lucky Duck Games mentre in Italia è distribuito da Giochix.

Half-Pint Heroes, non è altro che una variante del famoso poker texano, il Texas hold’em. Durante le varie manche dovremo sfruttare al massimo le carte in gioco, puntare contro gli avversari, scommettere quanto riusciremo a vincere nonché bluffare come se non ci fosse un domani, al fine di ottenere più punti degli altri giocatori. 

half-pint heroes meniac recensione 1

Come si beve

La partita si svolge in 10 round, ma potete decidere di giocarne anche di meno naturalmente. Ogni giocatore prenderà le quattro carte predizione e il relativo token, sia le carte che il token rappresenteranno una marca di birra (tutte inventate chiaramente, ndr) dai nomi più disparati, avremo anche la Lovecraft Lager, 5 gradi alcolici!

Dopo averlo mischiato, il mazzo combattimento verrà posizionato al centro del tavolo e sarà svelata la prima carta che sarà messa scoperta accanto al mazzo.

Le carte, raffiguranti tutti brutti ceffi da pub pronti a farvi un occhio nero, avranno un loro valore e colore indicato in alto, mentre in basso saranno indicate, a seconda della carta, quante carte avranno in mano i giocatori per questo round e quante invece ne saranno scoperte sul tavolo insieme alla prima. 

Giocherete quindi round con sette carte in mano e una sola al tavolo, oppure tre carte in mano e cinque scoperte per dire, quindi ogni volta bisognerà regolarsi di conseguenza.

Prima di giocare le carte, ogni giocatore dovrà scommettere, utilizzando la carte predizione, quante manche pensa di vincere in questo round, una, due, tre o addirittura nessuna, considerando le carte che si hanno sia in gioco che in mano.

Infine, utilizzeremo la nostra fish contro un avversario che pensiamo non indovinerà la propria predizione per cercare di guadagnare altri punti.

A questo punto, partendo dal primo giocatore, dovremo calare le carte che avremo in mano, sfruttando anche quelle a terra, per cercare di realizzare la migliore combinazione come nel classico poker, proprio come avviene nel Texas hold’em. 

Avremo quindi la possibilità di fare una coppia, un full, un poker, colore, scala e così via, il tutto è riassunto in comode carte riepilogative che ci diranno immediatamente quali sono le combinazioni da fare.

half-pint heroes meniac recensione 4

Quando tutti i giocatori avranno giocato le loro carte, che possono essere tutte quelle che hanno in mano oppure anche solamente una, il giocatore con la combinazione più alta prenderà tutte le carte giocate e le piazzerà in una pila davanti a se, questa sarà la vostra prima mano vinta, si continuerà così fino a che tutti i giocatori non avranno finito le proprie carte.

E’ arrivato il momento di conteggiare i punti. Si prenderanno dieci punti per ogni manche vinta (rappresentata dalle pile di carte davanti a voi, ndr), se avremo puntato la nostra fish contro un giocatore e costui non avrà indovinato la propria predizione ne prenderemo ben venti, se noi avremo indovinato invece la nostra di predizione, prenderemo tanti punti quanto è il numero riportato sulla carta, una mano vinta dieci punti, due venti punti, tre trenta punti e zero da 2-4 giocatori trenta punti, mentre sopra cinque si prenderanno venti punti.

Bisogna prestare attenzione però ad una cosa, se un giocatore dovesse vincere tre mani di seguito, il round terminerà subito e solamente quel giocatore potrà calcolare i punti, mentre gli altri ne riceveranno direttamente zero.

Al termine dei dieci round, undici se si dovesse finire in una certa condizione, verranno calcolati tutti i punti totalizzati più dieci punti per ogni predizione che avrete indovinato, presente nella sequenza di predizioni consecutiva più lunga.

Altra cosa importante, se un giocatore dovesse invece indovinare ben sei mani di seguito, il gioco finirebbe subito con la sua vittoria, quindi state molto attenti a cosa faranno gli altri giocatori.

half-pint heroes meniac recensione 1

Materiali

Che dire, Half-Pint Heroes è stata una vera scoperta, i materiali sono ottimi considerando che stiamo parlando di un filler.

Le carte predizione rappresentano sette diverse tipologie di birre con nomi di fantasia e illustrazioni molto belle, per non parlare poi dei token, belli pesanti che ricordano proprio le fish da poker che potete trovare nei casinò, le carte combattimento poi, sono illustrate davvero bene e raffigurano una marea di brutte persone che non vedranno l’ora di menarvi a suon di boccali di birra, stecche da biliardo, sgabelli, bottiglie rotte e giochi da tavolo.

Sì perché tra i personaggi che popoleranno il pub malfamato, ce ne saranno dei più disparati: troveremo cantanti famosi, rock star decedute, personaggi iconici come motociclisti, punk, ubriaconi e in ultimo anche ideatori di boardgame! Starà a voi scovarli e identificarli.

Ciliegina sulla torta, nel retro delle carte è anche raffigurato il tipico alone da sottobicchiere di birra, fantastico!

half-pint heroes meniac recensione 3

Conclusioni

Il gioco è chiaramente un filler, quindi perfetto per una bevuta tra amici o per chiudere una serata se fosse rimasto del tempo. Pur essendo un gioco semplice da padroneggiare, in fondo è un poker texano, non sarà così facile da giocare perchè le cose da tener conto saranno molteplici.

Intanto dovrete valutare bene quante mani potrete vincere in base alle carte in gioco, oppure vorrete vincere, perché potrete anche decidere come predizione zero manche vinte, perchè anche così si prenderanno diversi punti, oppure anche cercare di “bluffare” gli altri giocatori sarà divertente. 

Half-Pint Heroes è veloce, semplice da giocare, per tutti, si intavola in un secondo, perfetto per serate tra amici anche se non sono quelle prettamente “da gioco”, magari davanti ad una birra gelata.

L’unico appunto che si può fare a questo gioco di carte caciarone, è che, pur essendo considerato già da due giocatori, va da sè che il top dell’esperienza lo avrete giocando da cinque in su.

Per il resto il gioco è anche tattico volendo, dovrete tener conto delle carte in tavola, di quello che potrebbero avere i vostri avversari, bisogna stare attenti anche al numero di carte giocate perché se un giocatore dovesse rimanere da solo con tre carte in mano, avrebbe la facoltà di vincere tre mani di seguito e quindi sarebbe l’unico a totalizzare punti per quel round, per non parlare dei bluff e contro-bluff.

Quindi consigliamo vivamente l’acquisto di questo Half-Pint Heroes perché vi divertirete un sacco, soprattutto se vi piace giocare a poker e naturalmente a Texas hold’em, premesso siate in tanti!  

Quando il gioco si fa duro, i duri iniziano a bere!


half-pint heroes meniac recensione 5

L'articolo Half-Pint Heroes – La nostra recensione proviene da MENIAC!.

 
Scelti per te

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di terze parti per abilitare alcune funzionalità di mini self care, se utente WINDTRE, analizzare il traffico e proporre contenuti più rilevanti per te. Per ulteriori informazioni accedi all’informativa privacy. Chiudendo questo banner o cliccando su "Accetta" acconsenti all’uso dei cookie.