In Francia Zemmour 'seduce' il 28% degli elettori
Per l'istituto Ispos, è "un risultato raro per una new entry". Il giornalista e saggista con posizioni di destra divide l'elettorato con il 63% di pareri negativi espressi nei suoi confronti. Fiducia stabile al 40% per Macron
di Luigi Conte | 14 ottobre 21, 05:14

AGI - Il 28% dei francesi appoggia Eric Zemmour, il giornalista e saggista con posizioni di destra che non ha ancora annunciato la sua candidatura alle elezioni presidenziali del 2022 ma che è già al centro dell'attenzione mediatica per l'ascesa folgorante nei sondaggi sul primo turno, che gli attribuiscono circa il 14% dei consensi.

"Si tratta di un risultato raro per una new entry", osserva Mathieu Gallard dell'istituto Ipsos commentando l'ultimo sondaggio che ha condotto per 'Le Point' in vista di quello che sarà il prossimo anno l'appuntamento elettorale più importante d'Europa.

 "Tuttavia - osserva il sondaggista - Zemmour divide l'elettorato poichè i pareri negativi espressi nei suoi confronti sono pari al 63%. Un dato analogo a quelli relativi a Francois Bayrou, Francois Hollande, Jean-Luc Melenchon, Anne Hidalgo e Segolene Royal".

Insomma, aggiunge Gallard, "per qualcuno che dovrebbe unificare è una percentuale di rifiuto notevole". Sempre secondo il barometro Ispos-Le Point di questo mese, Marine Le Pen è appoggiata dal 33% degli intervistati ottenendo quindi 5 punti in più rispetto a Zemmour.

C'è però un altro dato da non sottovalutare: Zemmour "seduce" il 54% degli elettori di Le Pen, anche se lei ottiene un gradimento nel 91% del suo elettorato.

"Anche se Zemmour dovesse crescere ulteriormente difficilmente riuscirà a spodestare Marine Le Pen", prosegue Gallard. Sull'insieme degli intervistati Zemmour convince di più gli uomini (32%), con età superiore a 70 anni, e i ceti abbienti (il 35% di questi). Ma Zemmour piace anche al 25% delle donne e al 28,5% dei giovani fra 18 e 24 anni.

Dal barometro Ipsos-Le Point emerge inoltre una fiducia stabile, pari al 40%, nell'attuale presidente Emmanuel Macron. L'inquilino dell'Eliseo, riferice Ipsos, perde qualche punto nell'elettorato di sinistra, ma ne guadagna altri nel campo della destra gollista, cioè fra gli elettori dei Republicains, che lo apprezzano al 52% (+12 punti). Fra i candidati gollisti la crescita più forte viene registrata da Xavier Bertrand, che ottiene il 78% dei pareri favorevoli nell'elettorato di riferimento.

A sinistra cresce invece il verde Yannick Jadot, apprezzato dal 26% degli elettori del Partito Socialista. Jadot ottiene il 46% dei consensi nella galassia della sinistra , quasi quanto la sindaca di Parigi, Anne Hidalgo, anche lei candidata, indicata dal 48%, in lieve diminuzione rispetto al sondaggio precedente.

 
 
 
Scelti per te