MV Agusta 1000 RR, l'evoluzione della Serie Oro
Dalla versione dedicata al pubblico in serie limitata, arriva la versione di serie. Accattivante e potente, queste le sue armi migliori.
di MOTORCUBE | 06 luglio 20, 10:30

La Mv Agusta Brutale 1000 RR arriva prendendo ispirazione dalla versione a tiratura limitata denominata Serie Oro, entrata in produzione in queste settimane. La Brutale 1000 RR è quindi la variante di serie e tanto la facilità di approccio quanto l’accessibilità delle prestazioni sono stati i punti focali dello sviluppo del progetto Brutale. Anche con questo modello l’obiettivo è ottenere il massimo da ciclistica, motore ed elettronica, richiedendo il minimo impegno a chi si trova in sella, pur considerate le prestazioni eccezionali di modelli come la Brutale 1000 RR.

Il design della Mv Agusta Brutale 1000 RR fa affidamento a linee tese e volumi integrati tra avantreno e retrotreno: un tratto distintivo che ha segnato, insieme alla F4, il rilancio del marchio italiano. Gli elementi più caratterizzanti, tra cui ad esempio faro, serbatoio e codino, sono stati disegnati e messi in produzione specificamente per le nuove Brutale. Il faro di tipo Full LED sfrutta, a beneficio dell'efficacia nell'illuminazione, le Cornering Lights, gestite dalla piattaforma inerziale: il fascio luminoso, infatti, cambia direzione e angolo in base alla posizione dinamica della moto. Il faro, che sfoggia una sezione interna a X colorata, altro elemento esclusivo, è valorizzato dalle Daylight Running Lights, disegnate in modo da delineare una impronta luminosa che rende riconoscibile la nuova Brutale da qualsiasi punto di osservazione. Le sue sovrastrutture si avvalgono anche sulla 1000 RR di elementi in fibra di carbonio finemente modellati, ideali per descrivere e valorizzare il telaio e il motore, nonostante nel carbonio non sia presente l'esclusivo “filo rosso” riservato alla Serie Oro. Quest'ultima è consegnata con un ricco kit di componenti a corredo: sulla 1000 RR è possibile acquistarne alcuni, come il sistema di tracking GPS, proposto come accessorio originale. Un'altra differenza riguarda la viteria, in acciaio invece che in titanio. I leggeri cerchi in fibra di carbonio della Serie Oro sono stati sostituiti sulla 1000 RR da elementi forgiati in alluminio, caratterizzati da un disegno specifico e da caratteristiche ponderali che contribuiscono a ottenere l'ottimo risultato complessivo di 186 kg di peso a secco.

Chi siede in sella di questa Brutale 1000 RR ha davanti a sé il luminoso display TFT di seconda generazione a colori da 5 pollici di diagonale, con risoluzione 800 pixel per 480, è l'interfaccia principale tra il pilota e le molteplici possibilità di personalizzazione della Brutale 1000 RR. L'accesso ai numerosi menu di configurazione è immediato grazie ai razionali blocchetti elettrici al manubrio, che permettono un accesso immediato alle varie sezioni. La strumentazione permette la connessione Bluetooth con lo smartphone per gestire le chiamate in ingresso, i messaggi e la musica. Non poteva mancare il cruise control, comodo anche su una hyper naked come la 1000 RR. Il cruscotto permette di sfruttare al massimo le tantissime funzionalità dell'app di navigazione MV Ride App, che spalanca un mondo di opportunità. Ad esempio è possibile personalizzare l'elettronica della moto direttamente dallo smartphone come pure creare e salvare i propri itinerari, per poi condividerli con gli amici. Attraverso la MV Ride App, inoltre, è immediato utilizzare in mirroring sul cruscotto le utilissime funzionalità di navigazione.

Il motore della Mv Agusta Brutale 1000 RR è la più recente evoluzione del quattro cilindri della Casa e rispetto al passato spiccano l'ampia riprogettazione con l'impiego di materiali pregiati e la completa revisione dei parametri di gestione elettronica enormemente affinata rispetto al passato. Il suo appeal è quello sportivo e tutta questa innovazione motoristica attribiusce a questa hyper naked il titolo di “nuda” più potente del mondo. I dati di potenza e coppia, infatti, sono da record: 208 CV a 13.450 giri e 116,5 Nm. La distribuzione a valvole radiali e la catena di distribuzione centrale, scelte tecniche che hanno caratterizzato i propulsori a quattro cilindri della più recente storia MV Agusta, sono in questo caso il frutto di un ampio lavoro di riprogettazione ispirato alla tecnologia della Formula 1 e della MotoGP. La camera di combustione è di derivazione F1; le bielle in titanio, tipiche in MotoGP, contribuiscono a contenere le masse, i carichi e l'inerzia complessiva del motore.

Anche la gestione elettronica del motore è stata evoluta che ha realizzato una nuova centralina proprio per questo quattro cilindri. Sono presenti il full ride by wire multimappa (Sport, Race, Rain, Custom) e la piattaforma inerziale IMU, che gestisce il controllo di trazione e che modula l'intervento in funzione dei dati sull'angolo di piega forniti dall'IMU. Il Front Lift Control, evoluzione sostanziale dell'anti-wheelie, è proposto con opzione attivo o non attivo. Per le partenze è disponibile il launch control, che interviene sia sui giri motore sia sulla coppia in funzione della velocità durante la partenza; un doppio contributo al comfort e alla facilità d'uso è il cambio elettronico attivo sia in salita sia in scalata.

Come da tradizione MV Agusta, il telaio propone la “struttura mista” con traliccio in acciaio e piastre laterali in alluminio, ampiamente evoluta sulla nuova Brutale, per adeguarla alle prestazioni e alle esigenze di una guida sempre più sportiva e allo stesso tempo immediata e facile. La posizione in sella è frutto di un attento studio ergonomico, volto a garantire il miglior controllo del veicolo, un'accettabile protezione dall'aria e un apprezzabile comfort.

 
Scelti per te
Roads of Italy: il summer tour della Stella!
AUTOMOTIVE
Con troppi bagagli sul tetto si consuma molta piu' benzina
AUTOMOTIVE
Audi: record di richieste di brevetto per i sistemi di trazione elettrica!
AUTOMOTIVE
Toyota Yaris – Dall’ibrido al rally!
AUTOMOTIVE
Con le gomme gonfie si risparmia!
AUTOMOTIVE
Audi E-Tron Sportback – Elettrico in chiave sportiva
AUTOMOTIVE
“Il viaggio è la mia casa” accompagna l’estate dei camper su base Ducato
AUTOMOTIVE
Viaggi estivi in arrivo: come proteggersi gli occhi alla guida
AUTOMOTIVE
DS 3 Crossback E-Tense – L’elettrico chic
AUTOMOTIVE
©Wind Tre S.p.A. - Partita IVA: 13378520152

Questo sito utilizza cookie tecnici e di profilazione anche di terze parti per abilitare alcune funzionalità di mini self care, se utente WINDTRE, analizzare il traffico e proporre contenuti più rilevanti per te. Per ulteriori informazioni accedi all’informativa privacy. Chiudendo questo banner o cliccando su "Accetta" acconsenti all’uso dei cookie.